Regus, a Roma è Sempre Più Smart Working

Smart working, co-working e working revolution. Il mondo del lavoro è cambiato e con lui anche la concezione di “ufficio“. Negli ultimi anni il modello di net working ha conquistato il cuore dei giovani professionisti, sempre alla ricerca di nuovi spazi facilmente adattabili alle esigenze di un freelance moderno che ormai di choosy non ha nemmeno più il portafogli.

Sono tanti, tantissimi i co-working che mano a mano sono spuntati nelle metropoli di tutto il mondo: moderni e accoglienti uffici 2.0 che offrono non solo spazi comodi e predisposti al lavoro digitale ma anche la possibilità di conoscere altri professionisti ed ampliare magari la propria agenda di collaborazioni e opportunità lavorative.

Solo nella città di Roma sono tante le offerte e le realtà in tema di co-working e tra queste ce n’è una in particolare che mi ha colpito per organizzazione, ampiezza e lungimiranza di progetto, cura degli spazi e competenza dello staff dedicato. E’ la sede Regus di via Ostiense 131, l’ultima arrivata in casa Regus Roma, inaugurata per l’occasione la scorsa settimana.

Regus

Uffici arredati,  co-working,  sale riunioni, business lounge, uffici virtuali e servizi collegati per aprire sedi di lavoro nello spazio di poche ore: si tratta dell’ottavo centro Regus, al 5° piano dell’edificio che ospita gli uffici di Roma Capitale recentemente ristrutturato.

In un contensto in cui la tecnologia ci permette di lavorare sempre meno nella stessa location, spesso c’è  la necessità di utilizzare spazi condivisi dove sia facilitato il confronto o, al contrario, il altri casi ci sono momenti della giornata in cui c’è bisogno di lavorare in un luogo che contribuisca all’ispirazione o alla concentrazione. Ecco, il design studiato da Regus aiuta a realizzare proprio questi spazi e si abbina a una serie di servizi che le aziende utilizzano per garantire il proprio funzionamento in modo creativo, efficace e sempre più stimolante.

A Roma Regus è già presente con sette centri per un totale di 14.500 mq, 1.500 postazioni di cui il 30% in coworking e nel 2018 è già in programma l’apertura di 3 nuove sedi per ulteriori 5.000 mq, 158 uffici e 600 postazioni di lavoro di cui 30% in coworking.

“E’ in atto un profondo cambiamento nel mercato del lavoro e di conseguenza c’è una domanda sempre crescente da parte delle aziende che hanno la necessità di trovare nuove sedi in tempi stretti e per periodi limitati nel tempo – spiega il county manager Regus Italia Mauro Mordini Si tratta di uffici in cui gli spazi sono ottimizzati, dotati di servizi innovativi, in cui le persone che ci lavorano hanno anche la possibilità di fare rete e partecipare attivamente ai nuovi processi innovativi e culturali, cui il tradizionale ambiente di lavoro è soggetto“.

E ancora:

Siamo testimoni di un passaggio epocale nel mondo del lavoro, che dovrebbe registrare una forte accelerazione proprio nel corso del 2018. Noi la chiamiamo workplace revolution, la rivoluzione degli spazi di lavoro. Roma è sicuramente una delle città in Italia dove il fenomeno si avverte con maggiore evidenza. La nostra crescita è un forte segnale di questo cambiamento“.

L’apertura degli uffici di via Ostiense è stata inaugurata con un evento all’insegna non solo dello smart working, ma anche del gusto e dell’arte, con un opening party in pieno stile working revolution.

Posted in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud